4 marzo 2018

Psicoeducativa di Gruppo – Psicoterapia di Gruppo

Durata: dai 50 min alle 2 ore – Numero partecipanti da 6 a 12

Il percorso psicoeducativo, terapeutico  o  mutuo assistenziale [AMA] è condiviso con altri che divengono parte integrante del “care” [prendersi cura]. I soggetti interagenti sono il singolo, l’altro e il gruppo; il ruolo del terapeuta è meno evidente e rimane più discreto.  Il proposito è utilizzare le diverse dinamiche gruppali per incentivare il cambiamento attraverso l’osservazione e la comprensione di chi ci è accanto e condivide con noi l’esperienza. La percezione di appartenenza e la presenza  dell’altro, soggetto emotivo correttivo, fortifica la consapevolezza di sé, permette di tollerare meglio i limiti e riconoscere le proprie potenzialità. Il vantaggio economico di condividere la spesa dell’intervento psicologico diviene intervento a se e modalità virtuosa di relazione d’aiuto.

Tecniche utilizzate: dinamiche, cognitive, esperienziali, role playing

Tematica

  • Clinico-Psichiatrico: (soggetti portatori di una sintomatologia simile, di un vissuto accomunante, etc) terapia atta al cambiamento di modalità disfunzionali
  • Riabilitativa: (in seguito ad un intervento, a una perdita, ad uno stato di sofferenza, etc)  a carattere supportivo; lo scopo è ripristinare o sostenere le abilità perse o danneggiate a causa di un evento biologico, psicologico o socialmente rilevante.
  • Psicoeducativa: (sulle emozioni, sul ruolo genitoriale, etc.) lo scopo è fornire ai partecipanti alcuni saperi teorici ed emotivi atti a predisporre il cambiamento

AMA: i soggetti, divenendo gruppo, apprendono modi differenti di gestire il proprio problema in totale assenza di giudizio; l’identità di gruppo e l’appartenenza supportano il peso emotivo della sofferenza e del disagio

Iter:

  • Incontro conoscitivo individuale e/o di gruppo per determinare l’idoneità al tipo di percorso, al gruppo nella sua qualità, specificità, temporalità
  • Incontri settimanali: a ciclo o progetto (numero incontri stabiliti) o supporto continuo (un gruppo sempre attivo a cui è possibile accendere in caso di necessità)